ROMA, TRAPIANTATA PROTESI CON SENSO DEL TATTO – VIDEO

Pubblicato il da radiant catalyst

Quando una protesi va oltre. Un uomo con una mano amputata ha ritrovato il senso del tattograzie ad una protesi innovativa collegata con i nervi del suo braccio. A raccontare dell’esperimento un articolo pubblicato nella rivista scientifica americana Science Translational Medicine nella quale alcuni ricercatori russi, tedeschi ed italiani raccontano i test su una mano bionica svolti all’Ospedale Gemelli di Roma su un ragazzo danese di 36 anni che nove anni prima sì era visto amputare l’arto sinistro inseguito ad una esplosione dovuta a fuochi d’artificio.
“Ho potuto provare sensazioni che non avevo più da nove anni” spiega il paziente, Denis Aarno Sorensen.

La squadra di Silvestro Micera della Scuola del politecnico federale di Losanna, in Svizzera, ha realizzato questa mano con la quale il paziente può gestire la forza per prendere oggetti, e percepire forma e tessuti. La mano infatti reagisce alle reazioni dei tendini artificialitrasformando in impulsi elettrici le informazioni rilasciate quando il paziente manipola degli oggetti. Questi segnali, trasformati in impulsi elettrici, vengono inviati ai quattro elettrodi inseriti sul nervo del braccio. “È la prima volta che riusciamo a ricreare una sensazione di percezione sensoriale in tempo reale in una protesi ” spiega Micera.

L’Operazione, effettuata a gennaio 2013 presso l’Ospedale Gemelli di Roma, è stata svolta da un gruppo di chirurghi o neurologi sotto la direzione di Paolo Maria Rossini, che sì è occupato diimpiantare gli elettrodi nel braccio sinistro del paziente.
Tre settimane di test sono state necessarie prima che il gruppo diretto da Silvestro Micerapotesse attaccate la protesi agli elettrodi.

Per la settimana successiva all’intervento il paziente ha dovuto svolgere test tattili con occhi e orecchie chiuse. Gli elettrodi gli sono stati ritirati dopo 30 giorni, come prevede la legge europea.

Dovranno passare ancora anni prima che questa innovativa mano bionica venga messa sul commercio “tutto dipenderà dai prossimi test clinici. La commercializzazione potrà così avvenire tra cinque massimo quindici anni” afferma Stanisa Ranpopovic, del gruppo di ricerca.
Impossibile stimare il costo di tale protesi anche se l’arrivo sul mercato dovrebbe comunque portarlo a precipitare.

http://m.youtube.com/watch?v=Qb6MopLMjfM&desktop_uri=%2Fwatch%3Fv%3DQb6MopLMjfM

FONTE http://culture.you-ng.it/2014/02/06/roma-trapiantata-protesi-con-senso-del-tatto-video/

mano-bionica

mano-bionica

Commenta il post